Regionali, è corsa a tre nel centrodestra

Mancano pochi mesi all’appuntamento elettorale con le regionali e di conseguenza si infittiscono i contatti all’interno del centrodestra per individuare un candidato in grado di tradurre in suffragi il consenso pontenziale di cui, a dire dei suoi leader godrebbe tra i cittadini. Di qui la necessità di trovare un punto di aggregazione intorno ad un candidato alla Presidenza della Regione che in virtù della sua estraneità alle stanze del potere politico possa essere in grado di intercettare il favore di un elettorato sempre più disorientato dalle scelte strategiche dei partiti come dimostra la riconfigurazione del quadro politico nazionale dopo la crisi di governo. Non molti, quindi, i nomi che circolano: in pole sembra esserci l’imprenditore Paolo Scudieri, presidente di Adler group, leader mondiale nel rivestimento e negli arredi automobilistici, con 13 mila dipendenti ed un fatturato di 1,5 miliardi di euro, nei confronti del quale continua il corteggiamento di Silvio Berlusconi che lo avrebbe voluto già candidare alle elezioni politiche del 4 marzo 2018. Salgono anche le quotazioni di Gennaro Sangiuliano, attuale direttore del Tg2, con un passato nelle fila della Casa delle Libertà per la quale qualche anno fa venne candidato alla Camera, molto vicino sia all’ex Cavaliere che a Matteo Salvini. Tuttavia, non è del tutto tramontata la candidatura di Edoardo Cosenza, presidente dell’Ordine degli Ingegneri, docente universitario ed assessore regionale nella Giunta Caldoro. Insomma, è corsa a tre all’interno del centrodestra per chi dovrà sfidare il Governatore uscente De Luca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 1 =