Metropolitana, lavori a rilento per i debiti del Comune

Debiti arretrati per milioni di euro secondo il Presidente della Metropolitana di Napoli Ennio Cascetta che ha lanciato l’allarme: “Mancano 200 milioni di euro, li aspettiamo dal 2017 – dice- e adesso non si riesce ad andare avanti”. Il rischio e’ il paventato blocco dei cantieri. I fondi devono essere erogati da Comune, Regione e Ministero dei Trasporti. L’appello dai vertici della società che gestisce il servizio pubblico di trasporto su ferro ha scatenato tensioni e polemiche. Il Governatore della Campania De Luca ha specificato di non aver debiti arretrati con la Metropolitana. Dal canto suo Paola De Micheli, neo Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, ha assicurato che 94 milioni del ministero sono destinati alla società di trasporto ed ha chiesto che i tempi vengano accelerati. La palla passa, dunque, nel campo di Comune e Regione. Il Comune lamenta di non ricevere i versamenti dovuti per il completamento dei lavori visto che solo dopo averli incassati fondi vengono poi versati materialmente alla società della metropolitana. I lavori finiti sotto i riflettori sono, nello specifico, quelli riguardanti la tratta Dante-Garibaldi e quella Centro Direzionale – Capodichino-Centro Direzionale, per un costo complessivo di circa 1,757 mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 5 =