Ecco chi è Armando Del Re, killer di piazza Nazionale

Un padre amorevole, tifoso interista ed appassionato della musica disco: è quanto emerge dal profilo social di Armando Del Re, il responsabile della sparatoria nel corso della quale è rimasta gravemente ferita la piccola Noemi.
Intanto, Noemi, come riferisce la zia, in un video di Fanpage, appena risvegliatasi, ha chiesto della madre.
Un risveglio coinciso con la cattura di Armando Del Re, intercettato e bloccato in un’area di servizio presso Siena. Pare che fosse diretto a Napoli, nel carcere dove è detenuto il padre, Vincenzo Del Re, detto “a’pacchiana”, luogotenente del clan Di Lauro arrestato otto anni fa a Secondigliano per traffico di droga. La famiglia Del Re, infatti, secondo quanto accertato dagli inquirenti all’epoca del blitz del 2011, gestiva per conto del clan Di Lauro le centrali dello spaccio di Giugliano e Melito.
Inoltre, insieme ai fratelli Roberto e Cristofaro, Vincenzo si occupava dell’approvvigionamento di cocaina, kobret e crack per l’area Nord di Napoli ed era così abile nel tagliare la droga da riuscire a ricavare dosi supplementari che poi rivendeva ai gruppi attivi nel Parco Verde di Caivano. Dunque, una famiglia di alto spessore criminale, il che spiega la dichiarazione a caldo del Procuratore Melillo a proposito dei due arrestati, Armando Del Re ed il fratello Antonio, che lo ha supportato nell’agguato: “inseriti pienamente in un contesto camorristico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 4 =