Bufera sull’Asl Na 3

Ore concitate per l’Asl napoli 3, finita nell’occhio del ciclone per un presunto caso di esercizio abusivo della professione infermieristica. A rischio ci sono 149 paramedici dell’Azienda sanitaria dell’area vesuviana e costiera sorrentina. Si tratta di lavoratori che non hanno l’iscrizione all’Opi (ordine professionale infermieri) e che ora avranno trenta giorni per sanare le loro posizioni per non rischiare il posto. Il controllo dell’Azienda sanitaria è partito dalla richiesta della Regione Campania di verificare le posizioni degli infermieri. La lista è stata stilata e diffusa nei presidi ospedalieri di Nola, Castellammare, Gragnano, Boscotrecase, Torre del Greco, Sorrento, Vico Equense e in tutti i distretti e dipartimenti della Napoli 3. Con una nota del 3 giugno scorso, il direttore delle risorse umane Giuseppe Esposito chiedeva ai direttori dei nosocomi di comunicare ai dipendenti di «provvedere all’immediata iscrizione all’Opi onde evitare il procedimento disciplinare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici + 11 =