Notte di Champions e di campioni

Liverpool – Napoli

Notte di Champions e di campioni ….. Liverpool Napoli 1-0 (Salah) LA PREMESSA….. Il Napoli dopo il sorteggio era a detta di tutti non solo stato sfortunato,ma anche rassegnato a limitare i danni,e centrare il terzo posto; poi dopo 5 incontri arriva a giocarsi la qualificazione da capolista con due risultati e mezzo a disposizione. Si gioca all’Anfield road di Liverpool, la città dei Beatles, e sor Carletto intona”Let it be” e i suoi ragazzi non vogliono deludere il loro maestro specialmente dopo il diploma conseguito a pieni voti alla scuola dell’elite del calcio europeo, e così cantando tutti insieme” Come togheter” sono pronti a regalarsi e a regalarci un sogno….. CRONACA Del MATCH Napoli schierato con lo stesso modulo e gli stessi uomini che lo hanno portato fin ora a giocarsi il passaggio di turno in uno stadio tanto bello quanto caldo, ma molto caldo,con una coreografia spettacolare prima del fischio di inizio con tutti i tifosi che cantavano….. ” you’ ll never walk alone” !!! Passano 15 min e due azioni degne di cronaca da una parte e dall’altra ma sempre 0-0, poi mertens per un brutto fallo ricevuto ci fa preoccupare ma fortunatamente niente di grave, passano i minuti il Liverpool cresce, la passione dei suoi tifosi pure,fino a quando Salah, con qualche responsabilità di Ospina, insacca e si va all’intervallo sotto di 1 gol che è l’unico modo per esser eliminati! Inizia la ripresa con tutti i buoni propositi del caso, ma l’inerzia della partita non cambia, loro si divorano alcuni gol, poi qualche cambio voluto e forzato e al 92 min il loro portiere si supera su Milik e così 1-0 sarà!

CONCLUSIONI DI UN TIFOSO SOGNATORE deluso triste e INNAMORATO…..

Cosa altro da aggiungere? Il Liverpool perde 3 partite e si qualifica, noi da primi scivoliamo terzi per una strana combinazione di differenza reti, e per quel gol subito contro la stella rossa di Belgrado, così come successo 3 anni fa quando con 12 punti conquistati venimmo eliminati sempre per un gol , poi quando in passato ci siamo qualificati abbiamo affrontato mediante il solito sorteggio non benefico le squadre che poi hanno vinto la Champions ossia Chelsea e Real Madrid ! Perché tutte queste spiegazioni? Semplice, perché come già detto precedentemente nessuno si aspettava un Napoli in gioco ma poi quando si esce in questa maniera fa male! Tanta delusione, tanto rammarico ma non me la sento di biasimare oltremodo i nostri ragazzi, poiché usciamo a testa alta seppur con l’amaro in bocca e qualche crocetta in più sul fegato! Epilogo triste assurdo sfortunato, ma come per altre circostanze la vita va avanti, anche per una partita di calcio vale e varrà tale frase fatta. The show must go on ,come cantavano i Queen, anche per fare concorrenza ai Beatles, e quindi rimbocchiamoci le maniche guardiamo avanti con positività speriamo di essere più fortunati in futuro e siamo fieri di questi ragazzi e fieri di essere figli del Vesuvio, di essere napoletani!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 2 =