Giancarlo Giannini in scena con “Verso l’infinito e oltre”

Un viaggio in compagnia di Giancarlo Giannini alla scoperta dell’uomo e dei suoi limiti. Una sfida tra uomo ed esistenza che si snoda attraverso la lettura/interpretazione di celebri brani tratti dai più famosi e conosciuti autori. Un  reading/spettacolo che diventa rappresentante di ciò che l’uomo cerca da sempre senza fermarsi mai: la ricerca dell’armonia e della felicità.  Lo spettacolo parte  dal mondo classico e dall’uomo “, passando per l’Inferno di Dante ed altri suoi poemi fino alla  scienza del Galileo, citando molto spesso Pablo Neruda, la consapevole follia del Don Chisciotte del Cervantes per poi abbandonarsi  alla bellezza dei poeti che hanno reso l’Italia il Paese culla dell’arte che continua ad essere tutt’oggi con Petrarca e Giacomo Leopardi ( A Silvia e L’infinito) …senza dimenticare gli affanni che la vita ci procura tra dilemmi, dubbi e ambizioni ben rappresentati da Shakespeare con Amleto e il potere evocativo di alcuni celebri poeti.

E’ un bellissimo viaggio nella cultura che si affronta, facendo immedesimare lo spettatore, una sorta di ripetizione liceale viene a crearsi, dove il pubblico si emoziona nel ricordare i versi dell’opera rinfrescandogli la memoria e per i più “esperti” anche accompagnarsi alla voce di Giannini durante la lettura.

 

Giancarlo Giannini si conferma essere uno dei più grandi attori della storia non solo italiana, non solo europea ma mondiale. Da brividi le sue interpretazioni attoriali, tra tutte quelle del mondo romano, che lascia impietrito il pubblico in sala, tanto da far pensare che quest’uomo meriterebbe 10 Oscar. L’attore celebre in tutto il mondo “con il suo corpo incide lo spazio e con la voce il silenzio”, diventando il Virgilio del pubblico accompagnandolo e spingendolo cosi oltre i propri limiti. Infrangendo le regole, ribellandosi, studiando, l’uomo…supera i propri limiti; alla ricerca di qualcosa di nuovo, superando cosi i confini  e spingendosi cosi all’infinito. Si perché Giannini, non interpreta, non legge le opere ma riesce a dare una chiave del tutto nuova, anche se fedele a ogni cosa che fa.30

Marco Assante Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × tre =