La Menzogna con Serena Autieri e Paolo Calabresi al Diana di Napoli

 

 

Al teatro Diana di Napoli dal 01 al 12 maggio l’ultimo spettacolo in abbonamento per questa stagione. Graditissimo ritorno di Serena  Autieri, questa volta in compagnia di  Paolo Calabresi nella commedia “La Menzogna”, per la regia di Piero Maccarinelli e con Totò Onnis e Eleonora Vanni.

 

Tema della commedia quello del desiderio del tradimento, della verità e della menzogna. Due coppie di amici durante una cena fra le tante parole dette nascondono risentimenti e bugie legati alla propria vita di coppie che nasconde sempre delle insidie e falsità e soprattutto di cose non dette e recriminate.

 

Pretesto quello di una cena convocata dopo molto tempo e un grande disagio che improvvisamente  si presenta fra loro. La protagonista vede il migliore amico del marito tradire la propria moglie con un’altra donna e da li si parte con la confessione al marito della protagonista.

Con questa commedia, ci si apre all’interrogativo se sia giusto o meno confessare un tradimento visto alla persona tradita, oppure continuare a vivere nella menzogna che in questo caso si collima al vivere il quotidiano e l’abitudine a discapito di ogni sentimento di amore e di passione.

Serena Autieri vuole confessare tutto e dunque rappresenta la verità, Paolo Calabresi vuole trascinare tutto nella menzogna per salvaguardare il proprio amico e la sua vita di coppia. Tutto questo fa schierare il pubblico in sala e si prendono posizioni su cosa sia giusto fare in questi casi, immedesimandosi per assurdo in quello che gli attori stanno vivendo e raccontando.

 

Tutto si cela dietro una ridicola resa dei conti che mostra la falsa morale che si nasconde dietro le convenzioni della società.

Paolo e Alice, Lorenza e Michele credono di vivere in un sistema di valori condivisi e si riempiono la bocca con parole come amore eppure vivono nella falsità solo per quieto vivere.  L’uomo rappresenta la menzogna, la donna la verità, l’uomo la falsità la donna l’onesta. Difficile stare dietro a tutti questi tradimenti, presunti e veri.

 

Attraverso il potere del teatro ci poniamo dinanzi  un abile gioco di maschere, un gioco divertente e crudele che rende confusi i confini fra la menzogna e la verità, il reale e l’immaginario.

 

Per salvare la propria verità , che altro non è che una menzogna, i protagonisti sono costretti a inventare tante bugie, che forse bugie non sono, pur di restare nella propria confort zone e vivere nell’ipocrisia di un rapporto ormai logorato, falsato e soprattutto già rovinato

 

Mercoledì 1 MAGGIO Turno A Ore 21.00

 

Giovedì 2 MAGGIO Turno GS1 Ore 21.00

 

Venerdì 3 MAGGIO Turno V1 Ore 21.00

 

Sabato 4 MAGGIO Turno C1/S1 Ore 17.30/21.00

 

Domenica 5 MAGGIO Turno D1 Ore 18.00

 

Martedì 7 MAGGIO Turno M Ore 21.00

 

Mercoledì 8 MAGGIO Turno POM Ore 17.45

 

Giovedì 9 MAGGIO Turno GS2 Ore 21.00

 

Venerdì 10 MAGGIO Turno V2 Ore 21.00

 

Sabato 11 MAGGIO Turno C2/S2 Ore 17.30/21.00

 

Domenica 12 MAGGIO Turno D2 Ore 18.00

Marco Assante Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 + 13 =